IL CICLAMINO



è una pianta erbacea della famiglia delle Primulacee.

Pianta molto antica ,presente nell'area mediterranea,sulle Alpi Italiane,nell'Asia e nell'Africa Boreale.

Per questo motivo il Ciclamino può resistere a temperature sotto lo zero fino a temperature miti.

Ne esistono circa 20,30 specie,più le specie ibridate.

Il nome deriva dal Greco kyklos ( cerchio), forse in riferimento alle radici tuberose rotonde,le quali

contengono una piccola quantità di veleno, pericolosa per gli uomini ma non per gli animali.

I colori del Ciclamino vanno dal bianco al rosso passando per il rosa,il fucsia.

La fioritura avviene in autunno e inverno ,tra Settembre e Marzo.

Nel territorio italiano i Ciclamini sono molto diffusi. Crescono nelle regioni centro meridionali in moltissimi boschi ,soprattutto di lecci. E’ quindi molto facile poterli ammirare allo stato spontaneo, ma essendo una specie protetta non possono essere ne estirpati e ne tanto meno recisi.

Il profumo del Ciclamino era ritenuto un portafortuna e ancora oggi si crede che l'essenza di Ciclamino favorisca l'unione di persone affini.

Nel linguaggio dei fiori però il Ciclamino non gode di buona nomea.

Simboleggia la diffidenza e la scarsa fiducia ,significato dovuto forse alla tossicità delle sue radici.